Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Se continui la navigazione accetti di utilizzarli. Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Cliccando sul bottone "ok" qui a fianco, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
  • Diventa affiliato ok market

    Entra nel gruppo: aderisci al programma di affiliazione.

    scopri
  • IL GRUPPO

    Una realtà solida e in continua evoluzione.

    scopri

Storia e valori

1940 – Le radici
Negli anni quaranta la torrefazione del Caffè Revello era già molto nota ad Alba (CN): apparteneva a Mario e Margherita Revello - i cui figli, Giuseppe e Luciano, sarebbero poi diventati i fondatori del Gruppo Dimar. Nel corso degli cinquanta, inoltre, Mario e Margherita hanno gestito un negozio di dolci nel centro storico di Alba, animati da un forte spirito commerciale e imprenditoriale.
1960 – Il preludio
Dopo un’iniziale attività di agenti di commercio di caffè e dolciumi nella zona di Alba, negli anni sessanta i fratelli Giuseppe e Luciano Revello aprirono il primo magazzino alimentare con il logo IBAR: Industrie Biscotti Albese Revello. C’è dunque una storia di sapore e qualità, di tradizione alimentare e di passione commerciale alle origini di una società che oggi festeggia oltre trentacinque anni di successo. Una storia scandita da tappe importanti che ripercorriamo in questa breve sintesi.
1975 – La fondazione del gruppo Dimar
La Dimar S.p.A. fu fondata nel 1975 e, inizialmente, operò esclusivamente nell’ambito della vendita alimentare all’ingrosso nella provincia di Cuneo. Il primo Cash & Carry venne aperto a Roreto di Cherasco e, fin dai suoi primi esordi, si affermò per l’alto livello qualitativo dell’offerta ed i prezzi contenuti. L’immagine di affidabilità e di convenienza e il formato distributivo innovativo ne consolidarono il successo nel tempo. Il Cash & Carry è infatti diventato il punto di fornitura di riferimento per i negozi, i ristoranti, gli alberghi e i bar del territorio.
1978 – Il primo supermercato ad insegna Maxisconto
Nel 1978 nacque a Mondovì il primo supermercato ad insegna Maxisconto. Le sue caratteristiche peculiari divennero poi le impronte identificative del formato dell’insegna: una superficie di vendita di circa 600 mq, una cura attenta all’area del fresco, un’offerta incentrata sulla convenienza e su un buon rapporto qualità/prezzo, una gestione affidata a famiglie locali – in grado di mantenere con la clientela un rapporto di vicinanza e di fiducia. Nel giro di pochi anni furono aperti altri tre supermercati analoghi nella provincia di Cuneo ed ebbe inizio un percorso di sviluppo crescente che ha portato il Gruppo ad avere oltre 40 punti di vendita con questa insegna, dislocati nel basso Piemonte e in Liguria.
1980 – L’appartenenza al gruppo Selex
Il 1980 segnò un’altra tappa importante per l’evoluzione dell’azienda, che entrò a far parte del Gruppo Commerciale Selex. Attraverso questa appartenenza la Dimar potenziò i propri punti di forza: la sinergia con Selex si rivelò strategica per un maggior potere d’acquisto verso i fornitori e per enfatizzare la propria politica di contenimento dei prezzi. Inoltre, il Gruppo Selex divenne fonte di consulenza e formazione per lo sviluppo, il marketing e l’evoluzione organizzativa delle aziende associate.
1990 – Il centro di distribuzione
Il rapido sviluppo dell’azienda, con una rete di punti di vendita che si ampliava di anno in anno, diede origine alla necessità di avere un Centro di Distribuzione (CEDI), per poter coordinare e gestire direttamente le forniture ai supermercati. Il primo CEDI ebbe sede a Genola, in provincia di Cuneo. Oggi la struttura logistica è localizzata a Roreto di Cherasco, accanto alla sede amministrativa dell’azienda, e si estende su una superficie complessiva di 30.000 mq. Tutta la merce a largo consumo confezionato (LCC), nel passaggio dall’industria ai punti di vendita, transita attraverso il CEDI.
1996 – Il primo supermercato integrato ad insegna Famila
Il primo supermercato integrato dell’azienda fu aperto a Mondovì, con insegna Famila. Alcune delle sue caratteristiche di fondo lo resero il precursore del concept del proprio formato: una superficie di vendita di 1800 mq, un’ubicazione in prima periferia, una cura attenta all’area del fresco, un’ampia offerta assortimentale nell’area food e un’efficace integrazione extra alimentare. L’enfasi sul concetto di convenienza e le molteplici attività di fidelizzazione hanno contribuito a rendere vincente questa formula e oggi il Gruppo annovera oltre 15 punti di vendita con questa insegna.
1997 – La rete franchising
Verso la fine degli anni novanta, ebbe inizio il processo di sviluppo di una rete di punti vendita in franchising, localizzati in Piemonte e in Liguria. Il formato prevalente di questi punti vendita è la superette o il supermercato di piccole dimensioni (da 200 a 500 mq), che si accorda perfettamente con un tipo di gestione familiare. La rete franchising si è espansa nel tempo, giungendo a contemplare circa 207 punti di vendita.
2000 – L’acquisizione del gruppo Alpi
Attenta alle diverse opportunità di sviluppo territoriale, nel 2000 la Dimar acquisì il Gruppo Alpi - azienda distributiva storica, presente nelle provincie di Alessandria ed Asti, consolidando così la sua leadership nella propria zona d’influenza.
2004 – Il primo ipermercato ad insegna Bigstore
Il primo ipermercato con insegna Bigstore è stato inaugurato a Cuneo nel 2004. In seguito, sono stati aperti altri due punti di vendita analoghi ad Alba e Bra. Si tratta di ipermercati che si sviluppano su una superficie di circa 5.000 mq, con un’impostazione strutturale innovativa. Sono tutti localizzati in periferia e collocati all’interno di gallerie commerciali che offrono molteplici attività e servizi (Bigstore Gallery). Il formato distributivo dell’insegna si distingue per l’ampia offerta assortimentale food e non food e per un’intensa e costante attività promozionale.
2006 – La sede rinnovata
Nel corso del tempo, il gruppo Dimar, oltre ad essersi espanso a livello territoriale, ha notevolmente rafforzato l’organico della propria sede legale e amministrativa. Per questo motivo, nel 2006, c’è stato un ampliamento ed un rinnovo degli uffici della sede, ubicati a Roreto di Cherasco.
2007 – Il primo supermercato integrato ad insegna Mercato’
In questi ultimi anni sono stati aperti alcuni supermercati integrati nel torinese: il loro formato è sostanzialmente affine a quello dell’insegna Famila, con l’aggiunta di un’impronta innovativa e di una chiara vocazione territoriale. Attraverso questa insegna, inaugurata a La Loggia nel 2007, il Gruppo Dimar intende stabilire ed alimentare una stretta connessione con l’area di Torino e la relativa provincia – puntando su un ulteriore sviluppo e sull’esclusiva appartenenza dell’insegna al territorio.
2010 – La centralizzazione dei freschi
Nel 2010, a None (To), la centralizzazione dei freschi ha trovato una propria unificazione in un unico magazzino di 8.400 mq di superficie. In precedenza c’erano diverse strutture logistiche che fungevano da deposito per i prodotti deperibili a peso variabile dei diversi reparti: ortofrutta, surgelati, salumi e formaggi. Il centro di distribuzione dei freschi, oltre ad ottimizzare logisticamente le consegne ai punti di vendita, consente di tracciare il processo di filiera dei prodotti.
2012 – L’evoluzione continua
Oggi la Dimar è un’azienda di primaria importanza nell’ambito della distribuzione organizzata italiana ed opera in tutta l’area del nord ovest. Sta continuando a crescere, sia attraverso le nuove aperture nei vari formati distributivi, sia con l’evoluzione della propria struttura organizzativa. E’ sempre più attenta ai temi relativi all’impatto ambientale e responsabilità sociale.